Archivio

Archive for the ‘covid-19’ Category

Sentinelle

aprile 5, 2020 4 commenti

Così il semplice pastore che sorveglia le sue pecore sotto le stelle,
se prende coscienza del suo ruolo, scopre d’essere più che un pastore.
E’ una sentinella. E ogni sentinella è responsabile di tutto l’impero.
Terra degli uomini, Antoine de Saint-Exupéry, 1939

Mi è sempre piaciuta questa frase. E’ tratta da un libro per troppo tempo dimenticato, oscurato in giustamente dal successo planetario del Piccolo Principe. E’ una frase che, secondo me, ben si può applicare a questo momento difficile. Ci ricorda l’importanza della responsabilità individuale, di come spesso non sono i generali a vincere le guerre, ma anche e soprattutto ogni piccola sentinella che non abbandona il proprio posto, che continua a vigilare nonostante la consapevolezza che non passerà mai alla storia ma che si rende ugualmente conto dell’importanza del suo ruolo a guardia dei confini dell’impero.

Oggi, in questo momento, siamo tutti sentinelle chiamate a difendere l’impero dal nemico invisibile. Piccoli, innumerevoli soldatini che cercano di tamponare il tradimento degli imbecilli che non si rendono conto che, in questo momento, non rispettare le regole non significa sbandierare il proprio diritto alla libertà, rivendicare il diritto di ammalarsi. Sarebbe il minimo se questo non dovesse comportare il mettere a rischio non la loro inutile salute, ma quella degli altri, dei propri cari, di coloro che rischiano in prima persona come medici, infermieri, personale sanitario, soccorritori – in gran parte volontari – che in ogni caso correranno ad aiutare anche gli idioti che non meriterebbero attenzione e che sottraggono il posto ad altri che invece non hanno alcuna colpa.

Dovremmo averlo capito, ormai. Invece no.

Nel frattempo i gatti attraversano tranquilli le strade delle città svuotate dalle auto, gli uccellini hanno ripopolato gli alberi ai bordi delle tangenziali, i cervi si affacciano alle periferie. La natura ha iniziato a riprendere i suoi spazi, almeno per un po’. Poi tutto tornerà come prima. Forse.

O forse no.

Categorie:covid-19

La memoria corta

marzo 23, 2020 4 commenti

Deine Zauber binden wieder,
Was die Mode streng geteilt;
Alle Menschen werden Brüder,
Wo dein sanfter Flügel weilt.
Inno alla gioia, Sinfonia n. 9, L.van Beethoven

Qualcosa mi sfugge, è evidente.

Cina, Russia e Cuba mandano medici e aiuti, mentre gli ‘amici’ europei bloccano l’export di mascherine (il cuginetto francese – meglio un amico che cento parenti), oppure rubano quelle in transito sul loro territorio ma destinate a noi (i cari ceki), altri ancora fanno i duri sugli aiuti economici. Ora, il pericolo è che questa tempesta spazi via non solo uomini, donne, attività economiche, ma anche l’Europa stessa, intesa come sogno di tanti che vedevano in essa un esperimento di fratellanza e di solidarietà.

Ma gli italiani, si sa,hanno la memoria di un pesce rosso e una volta tornati al loro rito di apericene dimenticheranno chi sono stati gli amici e chi no. La mancanza di memoria è la maledizione di questo paese che osanna e applaude mai abbastanza medici ed infermieri, gli stessi che fino a poche settimane fa venivano subissati di denunce, spesso perché avevano curato i propri pazienti in disaccordo con i loro familiari (tanto, uno vale uno) , gli stessi medici che vedevano i loro pronto soccorso devastati da parenti invasati. Sì, forse è più comodo dimenticare.

Categorie:covid-19, poveritalia

A volte ritornano (di nuovo)

marzo 18, 2020 6 commenti

Oddio, quanto tempo è passato dall’ultimo post!

E quanta polvere si è accumulata su questo vecchio blog. Chissà se là fuori c’è ancora qualcuno… Mi sento come in quei film nei quali, dopo la catastrofe o il dilagare del morbo, il protagonista si attacca a una radiotrasmittente per cercare nell’etere tracce di vita.

Comunque siam qui, di nuovo. Spinto dalla crisi, con i clienti che si sono sprangati in casa dopo aver chiuso le loro aziende, dimenticandosi perfino di pagare. Chi sopravviverà incasserà, forse, un giorno. E allora prendiamo secchio, guanti gialli e detersivo per spazzare via la polvere da questo spazio. Tanto, per quel ho da fare adesso…

Categorie:covid-19, dodo Tag: